SCORREVA SUL FIUME – IT RAN OVER THE RIVER

I fiumi scorrono
attraversando foreste,
sono scie delicate
che accarezzano le tue radici.

I cinguettii lambiscono le foglie,
di suoni armoniosi
risplendono tra giochi di luce.

Questa è la bellezza del pianeta,
erba di fresco sapore,
conifere dell’alto piano primeggiano
nella diramazione del cielo,
i ruscelli scorrono portando vita nuova;

ma il calpestio funesto
brucia l’unico ossigeno di vita,
arso tra incendi, il vuoto s’apre,
su dirupi spogli.

Il verde non esiste più
le tue folti chiome
che lambivano il cielo,
nel sconfinato tuo abbraccio,
non portano più calore.

Il fresco lambisce le mie membra,
il grigiore nelle nebbie
porta inesistenze di vita.
Le lacrime appaiono
ferme su giaciglio inerito
in un crescendo di solitudine.

Abbandonami terra madre,
su sprofondi solchi,
nelle graffiate terre
annerite dall’incoscienza;

nel vuoto d’animo di un essere umano
che deturpa la sua madre nutrice.
Ossa spezzate nei rami tranciati
nell’aborto di un mondo vuoto.

Benatti Luca ©
@ 10 Dicembre 2018
Tutti i diritti riservati ai sensi della Legge 22 Aprile 1941 n. 633, Capo IV, Sezione II, e s.m.i.

IT RAN OVER THE RIVER

The rivers flow
through forests,
they are delicate wakes
that caress your roots.

The chirps lick the leaves,
of harmonious sounds
they shine among plays of light.

This is the beauty of the planet,
freshly flavored herb,
conifers of the high floor excel
in the branch of the sky,
the streams flow bringing new life;

but the fatal trampling
burns the only oxygen of life,
burned between fires, the void opens,
on bare cliffs.

Green no longer exists
your thick hair
that lapped the sky,
in your boundless embrace,
they no longer carry heat.

The cool touches my limbs,
the dullness in the mists
brings life to nothing.
Tears appear
stopped on an inherent bed
in a growing up of solitude.

Give me mother earth,
on deep furrows,
in the scratched lands
blackened by unconsciousness;

in the emptiness of a human being
that spoils his nursing mother.
Bones broken in sheared branches
in the abortion of an empty world.

Benatti Luca ©
@ 10 December 2018
All rights reserved pursuant to Law 22 April 1941 n. 633, Chapter IV, Section II, and s.m.i.

foresta-di-Yakushima

Rispondi

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...